Notifica al Ministero della salute n. 93138

I pericoli del grasso addominale

Se la tua vita misura 89 o più cm per le donne o 101 o più cm per gli uomini, è probabile che stai vivendo con una quantità potenzialmente pericolosa di grasso addominale.

Se oggi non fai nient'altro per proteggere la tua salute, considera di prendere una misurazione onesta della tua vita.
Alzati dritto, espira (senza ritirare la pancia!) e con un metro da sarta morbido registra la tua circonferenza, 3/5 cm sopra le ossa dei fianchi. Il risultato ha implicazioni di gran lunga maggiori di qualsiasi preoccupazione tu possa avere sul tuo aspetto o sul modo in cui i tuoi vestiti si adattano.

In generale, se la tua vita misura 89 o più cm per le donne / 101 o più cm per gli uomini, è probabile che stai vivendo con una quantità potenzialmente pericolosa di grasso addominale.Il grasso sottocutaneo che si nasconde sotto la pelle come "maniglie dell'amore" o imbottitura su cosce, glutei, parte superiore delle braccia può essere esteticamente fastidioso, ma è innocuo.
I pericoli del grasso addominale
Tuttavia, il grasso addominale più profondo - il grasso viscerale che si accumula attorno agli organi addominali - è metabolicamente attivo ed è stato fortemente collegato a una serie di gravi rischi di malattie, tra cui malattie cardiache, cancro e demenza.
La cosa da sottolineare è che non devi nemmeno essere in sovrappeso o obeso per affrontare questi pericoli se hai grasso in eccesso all'interno dell'addome. Anche le persone di peso normale possono accumulare quantità dannose di grasso nascosto sotto la parete addominale. Inoltre, questo non è grasso che puoi perdere semplicemente tonificando i muscoli addominali con esercizi specifici.
La perdita di peso attraverso una dieta sana ed esercizio fisico - attività come camminare e l'allenamento aerobico - è l'unico modo infallibile per liberarsene.

Fino alla mezza età, gli uomini di solito dispongono di una percentuale maggiore di grasso viscerale rispetto alle donne, ma lo schema di solito si inverte quando le donne raggiungono la menopausa. Poche donne sembrano sfuggire ad un aumento del girovita intorno alla mezza età. Mentre il grasso corporeo si distribuisce, il grasso viscerale aumenta le nostre pance. Anche se ad 80 anni peserò meno dei 13 anni, la mia vita sarà più grande di molti centimetri. Ecco perché le cellule adipose viscerali sono così importanti per il tuo benessere.
A differenza delle cellule del grasso sottocutaneo, il grasso viscerale è essenzialmente un organo endocrino che secerne ormoni e una miriade di altre sostanze chimiche legate a malattie che comunemente colpiscono gli anziani. Una di queste sostanze è chiamata proteina 4 legante il retinolo (RBP4), che è stata trovata in uno studio durato 16 anni sugli infermieri e che aumenta il rischio di sviluppare malattie coronariche. Questo pericolo deriva molto probabilmente dagli effetti dannosi di questa proteina sulla resistenza all'insulina, il precursore del diabete di tipo 2 e lo sviluppo della sindrome metabolica, un complesso di fattori di rischio cardiaco.

Il Million Women Study condotto in Gran Bretagna ha dimostrato un legame diretto tra lo sviluppo della malattia coronarica e un aumento della circonferenza della vita per un periodo di 20 anni. Anche quando sono stati presi in considerazione altri fattori di rischio coronarico, le possibilità di sviluppare malattie cardiache sono state raddoppiate tra le donne con la vita maggiore. Ogni ulteriori 5 cm nella misura della vita delle donne aumentava il rischio del 10 percento.
Il rischio di cancro è anche aumentato dal grasso della pancia. Secondo uno studio coreano, le probabilità di contrarre il cancro del colon-retto sono quasi raddoppiate tra le donne in postmenopausa che accumulano grasso viscerale.
Aumenta anche il rischio di cancro al seno. In uno studio su oltre 3.000 donne in premenopausa e postmenopausa a Mumbai, in India, le donne con una vita quasi grande quanto i loro fianchi hanno affrontato un rischio 3-4 volte maggiore di ottenere una diagnosi di cancro al seno rispetto alle donne di peso normale.

Uno studio olandese pubblicato lo scorso anno ha collegato sia il grasso corporeo totale che il grasso addominale ad un aumentato rischio di cancro al seno. Quando le donne nello studio hanno perso peso - in media circa 12 chili - i cambiamenti nei biomarcatori per il cancro al seno, come gli estrogeni, la leptina e le proteine ​​infiammatorie, hanno indicato una riduzione del rischio di cancro al seno.
Dato che i due terzi delle donne americane sono in sovrappeso o obese, la perdita di peso potrebbe essere la migliore arma per abbassare l'elevata incidenza di tumore al seno in questo paese.
Forse la cosa più importante per quanto riguarda il bilancio delle persone, delle famiglie e del sistema sanitario è il legame tra obesità addominale e rischio di sviluppare demenza decenni dopo.
Uno studio condotto su 6.583 membri del Kaiser Permanente della California del Nord, seguiti per una media di 36 anni, ha scoperto che quelli con la maggior quantità di obesità addominale nella mezza età avevano quasi tre volte più probabilità di sviluppare demenza tre decenni dopo rispetto a quelli con il minor addome grasso.
Avere un grande addome ha aumentato il rischio di demenza nelle donne anche se avevano un peso normale complessivo e mancavano altri rischi per la salute legati alla demenza come malattie cardiache, ictus e diabete.

Tra gli altri problemi medici legati al grasso addominale vi sono l'insulino-resistenza e il rischio di diabete di tipo 2, compromissione della funzionalità polmonare e emicrania. Anche il rischio di asma è aumentato dal sovrappeso e soprattutto dall'obesità addominale, conferma uno studio condotto su 88.000 insegnanti californiani.
Soprattutto, secondo i risultati di oltre 350.000 uomini e donne europei pubblicati sul The New England Journal of Medicine, avere una vita larga può quasi raddoppiare il rischio di morire prematuramente anche se il peso corporeo complessivo è normale.
Tutto ciò solleva la domanda: qual'è il modo migliore per perdere grasso addominale e, ancora più importante, come evitare di accumularlo?
È probabile che tu abbia periodicamente visto annunci su Internet di modi apparentemente magici per ridurre il grasso della pancia.
Prima di buttare soldi, bisogna dire che nessuna pillola o pozione ha dimostrato scientificamente di dissolvere il grasso addominale. Devi lavorarci su. Ciò significa evitare o limitare drasticamente determinate sostanze nella dieta, controllare l'apporto calorico complessivo e impegnarsi in un esercizio fisico che brucia calorie.

Forse il peggior colpevole è lo zucchero - tutte le forme e soprattutto il fruttosio, che costituisce la metà del saccarosio e il 55% dello sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio.
Uno dei modi migliori per ridurre l'assunzione di zucchero è smettere di bere bibite e altre bevande dolci, compresi i succhi di frutta.
Anche limitare l'alcool, che può sopprimere la combustione dei grassi e aggiungere calorie nutrizionalmente vuote, ed evitare carboidrati raffinati come pane bianco e riso bianco è utile.
Assicurati che la tua dieta contenga adeguate quantità di proteine ​​e fibre alimentari, tra cui verdure, fagioli e piselli e cereali integrali.
Dormi almeno sette ore a notte. In uno studio di 68.000 donne seguite per 16 anni, coloro che hanno dormito per cinque ore o meno avevano un terzo in più di probabilità di aumentare sino a 32 chili. Infine, muoviti di più. In un importante studio nazionale, l'inattività era maggiormente legata all'aumento di peso e all'obesità addominale rispetto all'apporto calorico.

Jane Brody è la editorialista per la salute personale, una posizione che ricopre dal 1976. Ha scritto più di una dozzina di libri tra cui i best seller "Jane Brody's Nutrition Book" e "Jane Brody's Good Food Book".

Una versione di questo articolo appare in stampa su 12 giugno 2018, Sezione D, Pagina 5 dell'edizione di New York con il titolo: "Per prendersi cura della salute, misurare la vita".
RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER

KBioN Plus

Notificato e incluso nel Registro degli integratori alimentari tenuto dal Ministero della Salute al n. 93138, è di libera vendita e utilizzo secondo le indicazioni riportate sulla confezione.

 

Avvertenza

La perdita di peso raggiunta può variare da un individuo all'altro in base a quella che è comunemente definita "risposta individuale" e pertanto non può essere garantita quantitativamente.
© 2022 KBioN di Andrea Nesi I P.iva: 15084921004 I C.Fisc.: NSENDR65H22H501S I Numero REA: RM – 1566963 I Notifica al Ministero della salute n. 93138